L’acquisto di pertinenza dell’abitazione principale

L’acquisto di pertinenza dell’abitazione principale fatta in epoca successiva non consente la detrazione degli interessi del mutuo

 

Mutuo acquisto pertinenza, Non è possibile portare in detrazione gli interessi passivi sul mutuo per l'acquisto di una pertinenza della propria abitazione principale, avvenuto in tempi diversi. L’articolo 15, comma 1 lettera b) del Tuir prevede la possibilità di portare in detrazione (19% su un importo non superiore a 4.000 euro) gli interessi passivi sui mutui ipotecari stipulati per acquistare l’unità immobiliare, da adibire entro un anno ad abitazione principale, e delle sue pertinenze. Per abitazione principale si deve intendere quella nella quale il contribuente o i suoi familiari dimorano abitualmente. L’acquisto dell’immobile deve essere effettuato nell’anno precedente o in quello successivo alla data della stipula del contratto di mutuo, pertanto come ha precisato l’Agenzia delle entrate (circolare n. 108/1996, questa detrazione non spetta nel caso in cui il mutuo sia stato stipulato per acquistare autonomamente una pertinenza della dimora abituale, es. box, soffitta, cantina, eccetera

INFO LAMPO APPC LEANDRO GATTO LA SPEZIA

Quanto contenuto nel presente articolo ha carattere esemplificativo e non esaustivo per approfondimenti specifici occorre consultare, se iscritti , la sede A.P.P.C.

Condividi Articolo:   
SU