SUPERBONUS E BARRIERE ARCHITETTONICHE: MISURE URGENTI

Il decreto legge n. 212 del 29.12.2023, recante misure urgenti su Superbonus e Barriere architettoniche, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale ed è in vigore dal 30.12.2023.

Art. 1

Viene previsto che le detrazioni per gli interventi oggetto di Superbonus, per le quali sia stata esercitata l’opzione di sconto in fattura o cessione del credito sulla base di stati di avanzamento dei lavori effettuati fino al 31 dicembre 2023, non siano oggetto di recupero da parte dell’Agenzia delle Entrate, in caso di mancata ultimazione delle opere, ancorché tale circostanza comporti il mancato soddisfacimento del requisito del miglioramento di due classi energetiche ed in presenza degli altri requisiti che danno diritto alla detrazione d’imposta.

Viene anche disposta la corresponsione di un contributo per i soggetti interessati dalla previsione che precede con un reddito di riferimento inferiore a 15.000 euro che abbiano raggiunto il 60% di avanzamento lavori entro il 31 dicembre 2023 e abbiano sostenuto le spese per gli interventi in discorso dal 1° gennaio 2024 al 31 ottobre 2024.

Art. 2

Dal 30 dicembre 2023 le norme sull’opzione per lo sconto in fattura o la cessione del credito saranno applicabili solo agli interventi di demolizione e ricostruzione con richiesta di titolo abitativo antecedente a tale data.

Previsto, poi, per gli interventi oggetto di Superbonus, avviati nei Comuni dei territori colpiti da eventi sismici verificatisi a far data dal 1° aprile 2009 dove sia stato dichiarato lo stato di emergenza, i contribuenti interessati stipulino contratti assicurativi a copertura dei danni cagionati ai relativi immobili da calamità naturali ed eventi catastrofali verificatisi sul territorio nazionale.

Art. 3

Viene circoscritto l’ambito oggettivo dell’agevolazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche limitandola, con alcune esclusioni, alle “spese documentate sostenute fino al 31 dicembre 2025” aventi ad oggetto “esclusivamente scale, rampe, ascensori, servoscala e piattaforme elevatrici” e che risulti “da apposita asseverazione rilasciata da tecnici abilitati”.

Avv. Rocco Mastangelo

Quanto contenuto nel presente articolo ha carattere esemplificativo e non esaustivo per approfondimenti specifici occorre consultare, se iscritti , la sede A.P.P.C.

SU