INSIEME DA 45 ANNI UN LUNGO PERCORSO PER PROMUOVERE IL BENE CASA FONTE DI SVILUPPO ECONOMICO E DI BENESSERE PER TUTTI I POPOLI.
Home Chi Siamo Dove Siamo Il direttivo nazionale Contattaci

 Sei in: Categorie > Comunicati stampa > Inarrestabile l'attenzione dei politici e della compagine governativa su casa ed affitti 30/05/2020 10:12:22   





Categorie
 News
 Osservatorio Immobiliare
 Convenzioni
 Istat
 Tassi di Interesse
 Locazione
 Contratti concordati della Spezia
 Condominio
 Vetrina Immobiliare
 Notiziari
 Ricette tradizione spezzina
 Comunicati stampa
 Comuni ad alta tensione abitativa
 Conformità catastale nella compravendita
 Interventi edilizi - nuove norme
 Cedolare secca
 Convenzione APPC-Studio Imm.re
 Convenzione APPC - Crèdit Agricole
 Risparmio energetico
 Fisco casa
 La casa della terza età
 Leggi immobiliari

info
 Cookies Privacy

Link Utili
 Agenzia delle Entrate della Spezia
 Agenz. del Territorio della Spezia
 Comune della Spezia
 Spezia Risorse
 Provincia della Spezia
 Regione Liguria
 Parco delle Cinque Terre
 Vigili del Fuoco
 Comando Gruppo Carabinieri Nucleo Forestale La Spezia
 Polizia di Stato
 Alac
 Lega Consumatori
 Il Meteo
 Studio Immobiliare La Spezia
 Istituto nazionale di statistica





Convegno Nazionale APPC in Roma: investire sulla sicurezza dei fabbricati è un atto di civiltà





 Inarrestabile l'attenzione dei politici e della compagine governativa su casa ed affitti
 18/12/2013 13:58

C’è chi come i deputati del PD: Marco Causi, Laura Braga e Davide Baruffi, che nella veste di paladini della lotta all’evasione, hanno pensato bene di presentare alla Commissione bilancio della Camera dei deputati, un emendamento per il quale, se convertito in Legge, non sarà più possibile pagare gli affitti, per le unità abitative, in contanti, indipendentemente dall’importo del canone di locazione, ma esclusivamente con mezzi di pagamento tracciabili: assegni o bonifici. Dal provvedimento saranno esentati soltanto i canoni di edilizia residenziale pubblica.

Ancora una volta l’onere di questa norma ricadrà sulle fasce più deboli, creando ulteriori difficoltà per conseguenti oneri e spese: si colpiscono quei conduttori, persone anziane, extracomunitari, ecc. che non posseggono un conto corrente, altro che lotta all’evasione: l’interesse delle banche prima di tutto! Saranno solo loro a trarre l’ennesimo vantaggio per mano di chi in questo momento cerca di governare, senza riuscirci. Occorre rilevare anche come tale norma sia lesiva della piena libertà dell’individuo, al quale è consentito il pagamento di servizi ed acquisti in contanti fino alla concorrenza di mille euro.

L’Appc ritiene questo strumento inefficace nella lotta all’evasione, ma solo concreto appannaggio per banche e poste, eppure era convincimento che “l’era Monti” fosse terminata da tempo! Se si vuole abbattere il nero, non sono necessarie altre norme, l’Agenzia delle Entrate ha già gli strumenti per effettuare i controlli: Le è sufficiente analizzare quanto emerge dalle banche dati.

 

dott. Flavio Maccione

segretario generale Appc

Quanto contenuto nel presente articolo ha carattere esemplificativo e non esaustivo per approfondimenti specifici occorre consultare, se iscritti , la sede A.P.P.C.




L' A.P.P.C Associazione Piccoli Proprietari Case, è una delle associazioni della proprietà immobiliare riconosciuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra le più rappresentative a livello nazionale.