INSIEME DA 45 ANNI UN LUNGO PERCORSO PER PROMUOVERE IL BENE CASA FONTE DI SVILUPPO ECONOMICO E DI BENESSERE PER TUTTI I POPOLI.
Home Chi Siamo Dove Siamo Il direttivo nazionale Contattaci

 Sei in: Categorie > Comunicati stampa > QUANDO LE TASSE SULLA SECONDA CASA PENALIZZANO IL FUTURO DELLE FAMIGLIE 04/06/2020 02:33:38   





Categorie
 News
 Osservatorio Immobiliare
 Convenzioni
 Istat
 Tassi di Interesse
 Locazione
 Contratti concordati della Spezia
 Condominio
 Vetrina Immobiliare
 Notiziari
 Ricette tradizione spezzina
 Comunicati stampa
 Comuni ad alta tensione abitativa
 Conformità catastale nella compravendita
 Interventi edilizi - nuove norme
 Cedolare secca
 Convenzione APPC-Studio Imm.re
 Convenzione APPC - Crèdit Agricole
 Risparmio energetico
 Fisco casa
 La casa della terza età
 Leggi immobiliari

info
 Cookies Privacy

Link Utili
 Agenzia delle Entrate della Spezia
 Agenz. del Territorio della Spezia
 Comune della Spezia
 Spezia Risorse
 Provincia della Spezia
 Regione Liguria
 Parco delle Cinque Terre
 Vigili del Fuoco
 Comando Gruppo Carabinieri Nucleo Forestale La Spezia
 Polizia di Stato
 Alac
 Lega Consumatori
 Il Meteo
 Studio Immobiliare La Spezia
 Istituto nazionale di statistica





Convegno Nazionale APPC in Roma: investire sulla sicurezza dei fabbricati è un atto di civiltà





 QUANDO LE TASSE SULLA SECONDA CASA PENALIZZANO IL FUTURO DELLE FAMIGLIE
 14/07/2014 17:11

A seguito all’incarico affidatomi dall’Associazione piccoli proprietari case, sentite le lamentele, le proteste e le opinioni di molti soci, ritengo doveroso fare presente che molte delle abitazioni, che vengono definite “seconde case”, sono case di proprietà di famiglie che non vi risiedono per i più svariati motivi: si sono trasferite per  motivi di lavoro, o sono case lasciate libere in quanto i proprietari, con uno o più figli, le tengono a disposizione per future esigenze familiari, o sono case ereditate da genitori, nonni o altri parenti. Si tratta di case che vengono mantenute in efficienza pensando ad un loro futuro utilizzo, o spesso  è presente l’intento di tornarvi periodicamente, o di utilizzarle  quale presidio per mantenere una continuità con il luogo di origine.

Credo sia importante tenere presente che se tutte le  succitate tipologie di alloggio saranno ancora considerate “seconde case” sulle quali operare maggiorazioni di tasse, di tariffe per le utenze, ecc., i proprietari saranno costretti ad abbandonarle: in un primo momento  disattiveranno  le varie utenze, successivamente le dichiareranno inagibili, o collabenti.

Questa prospettiva comporterà sia per i Comuni, sia per lo Stato,  una notevole perdita di introiti fiscali derivanti dalla tassazione sulla casa, ma comporterà soprattutto  un deterioramento in termini paesaggistici, in quanto se i Comuni, oggi, possono andare fieri della bellezza e della storia  che emana dalle abitazioni dei loro borghi, se queste saranno abbandonate, anche il tessuto urbano si deteriorerà  perdendo  ogni interesse e cadendo nel più completo abbandono.

E’ necessario fare in modo che esempi peculiari di architettura, che hanno sfidato il tempo, non vengano distrutti dalla fiscalità  e da leggi,  che hanno permesso  di stilare regolamenti, con una rete talmente fitta di regole da fare in modo che il cittadino vi resti impigliato, senza trovare la maglia per sciogliere l’intricata matassa.

E’ il momento che le forze politiche ed il nuovo governo prendano atto del malessere e delle difficoltà che vivono molti comuni cittadini e che si impegnino ad eliminare per le tipologie di “seconde case” maggiorazioni di costi per le utenze e rivedano le aliquote delle imposte locali in modo da perseguire concreti risultati.

 

Giuliano Cavana

Responsabile APPC rapporti istituzioni

 

Quanto contenuto nel presente articolo ha carattere esemplificativo e non esaustivo per approfondimenti specifici occorre consultare, se iscritti , la sede A.P.P.C.




L' A.P.P.C Associazione Piccoli Proprietari Case, è una delle associazioni della proprietà immobiliare riconosciuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra le più rappresentative a livello nazionale.