INSIEME DA 45 ANNI UN LUNGO PERCORSO PER PROMUOVERE IL BENE CASA FONTE DI SVILUPPO ECONOMICO E DI BENESSERE PER TUTTI I POPOLI.
Home Chi Siamo Dove Siamo Il direttivo nazionale Contattaci

 Sei in: APPC al servizio del piccolo proprietario di case da 45 anni 26/05/2020 11:28:32   





Categorie
 News
 Osservatorio Immobiliare
 Convenzioni
 Istat
 Tassi di Interesse
 Locazione
 Contratti concordati della Spezia
 Condominio
 Vetrina Immobiliare
 Notiziari
 Ricette tradizione spezzina
 Comunicati stampa
 Comuni ad alta tensione abitativa
 Conformità catastale nella compravendita
 Interventi edilizi - nuove norme
 Cedolare secca
 Convenzione APPC-Studio Imm.re
 Convenzione APPC - Crèdit Agricole
 Risparmio energetico
 Fisco casa
 La casa della terza età
 Leggi immobiliari

info
 Cookies Privacy

Link Utili
 Agenzia delle Entrate della Spezia
 Agenz. del Territorio della Spezia
 Comune della Spezia
 Spezia Risorse
 Provincia della Spezia
 Regione Liguria
 Parco delle Cinque Terre
 Vigili del Fuoco
 Comando Gruppo Carabinieri Nucleo Forestale La Spezia
 Polizia di Stato
 Alac
 Lega Consumatori
 Il Meteo
 Studio Immobiliare La Spezia
 Istituto nazionale di statistica





Convegno Nazionale APPC in Roma: investire sulla sicurezza dei fabbricati è un atto di civiltà





 Cedolare Secca sull'uso commerciale
 10/02/2020 14:26

Pressing dell'A.P.P.C. sul Governo Conte per ristabilire la "Cedolare Secca" sull'uso commerciale La manovra economica del governo Conte ha cancellato per il 2020 la cedolare secca, con aliquota al 21%, per gli affitti dei locali adibiti ad uso commerciale. Questa forma di ...

Continua a leggere ...

 Bonus facciate 2020
 10/02/2020 14:20

La LEGGE 27 dicembre 2019, n. 160 , Legge di Bilancio previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022 (19G00165), entrata in vigore 01/01/2020, introduce come novità assoluta il bonus facciate. Il bonus facciate consiste sostanzialmente ...

Continua a leggere ...

 No dell’APPC al palesato aumento della cedolare secca sui canoni concordati !!
 18/10/2019 11:12

Gli uffici finanziari messi sotto assedio dall'Appc Sui canoni concordati, il governo Conte al lavoro per servire al cittadino, insieme a molto altro, l'aumento della cedolare secca al 12,5 per cento, rispetto all'attuale 10: siamo alle solite! Per esigenze di bilancio, o meglio per fare cassa, ...

Continua a leggere ...

 DECRETO CRESCITA
 06/08/2019 11:44

Con la conversione in legge del "Decreto Crescita" (Decreto Legge n. 34/2019, convertito con Legge n. 58/2019), contenitore di diverse misure soprattutto in ambito fiscale, sono state introdotte nuove misure riguardanti il settore immobiliare. Il presente testo si prefigge lo scopo di ...

Continua a leggere ...

 La proroga biennale dopo il primo quinquennio si applica anche per i vecchi contratti concordati
 08/07/2019 18:44

Con riferimento ai contratti di locazione stipulati ai sensi dell'art. 2 co.3 della legge 431/98, della durata di anni 3+2, dopo lo spirare dei primi 5 anni per un ventennio si è assistito ad una evidente disomogeneità del trattamento all'interno dei diversi Uffici dell'Agenzia delle ...

Continua a leggere ...

 QUALI CRITERI ADOTTARE PER RENDERE INTELLEGIBILE IL RENDICONTO CONDOMINIALE
 08/07/2019 18:41

Da qualche tempo imperversano nel mondo dei software commerciali di gestione dei condomini sacerdoti dell'"ingegneria contabile" condominiale, concependo gestionali in partita doppia, in contabilità a "T", eccetera che nulla hanno a che spartire con i precetti previsti per ...

Continua a leggere ...

 DECRETO CRESCITA LE PRINCIPALI NOVITA' SUL SETTORE IMMOBILIARE
 03/07/2019 16:45

Canoni di locazione non percepiti Secondo quanto previsto dall'articolo 3 – quinquies: si consente al contribuente - per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo stipulati a partire dal 1° gennaio 2020 - di usufruire della detassazione dei canoni non percepiti senza dover ...

Continua a leggere ...

 Bonus ristrutturazione: omessa comunicazione ENEA
 23/05/2019 15:29

Non si perde il bonus ristrutturazioni in caso di omessa comunicazione Enea, seppure obbligatoria per il contribuente. A confermarlo è l'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione n. 46/E del 18 aprile 2019: il mancato rispetto dell'obbligo di comunicazione Enea per i lavori di ...

Continua a leggere ...

 RISOLUZIONE N. 50/E Agenzia delle Entrate
 23/05/2019 15:22

Continua a leggere ...

 GARANZIE PER GLI ACQUIRENTI DI IMMOBILI DA COSTRUIRE
 18/03/2019 16:08

Il D.Lgs. n. 14/2019, relativo al c.d. "Codice della crisi d'impresa e dell'insolvenza", contiene modifiche alla disciplina delle garanzie previste a favore degli acquirenti di immobili da costruire (regolata dal D.Lgs. n. 122/2005). Il Legislatore ha voluto fornire maggiori tutele ...

Continua a leggere ...

 No dell'APPC al palesato aumento dell'IMU sui canoni concordati nel Comune della Spezia
 13/02/2019 18:05

Sui canoni concordati, la giunta Peracchini sta lavorando per servire al cittadino l'aumento dell'imu al 6 per mille, rispetto all'attuale 4,6: siamo alle solite! Per esigenze di bilancio, o meglio per fare cassa, la Giunta intende aumentare l'IMU su questo canale, e ancora una volta a pagare ...

Continua a leggere ...

 Aumenti Istat per locazioni
 11/02/2019 10:00

Qui in allegato troverai le percentuali di aumento degli indici ISTAT ridotte al 75% e al 100% maturate in ciascun mese rispetto al corrispondente mese dell' anno precedente.

Continua a leggere ...

 Introdotta dal Governo Conte la flat tax al 21% su contratti di locazione adibiti ad uso commerciale
 17/10/2018 15:01

Il vice premier Matteo Salvini e la compagine governativa nella manovra si sono schierati per la cedolare secca anche sulle locazioni ad uso commerciale, come, già, anticipatoci, in un recente contatto, dal sottosegretario all'Economia e alle finanze, Massimo Bitonci. E' da rilevare che ...

Continua a leggere ...

 APPC al servizio del piccolo proprietario di case da 45 anni

STANCO DI RICEVERE ACCERTAMENTI FISCALI E PAGARE PENALI ED INTERESSI PER MANCATA O TARDIVA REGISTRAZIONE DEI TUOI CONTRATTI DI LOCAZIONE?

Liberati dai problemi di registrazione!

PROGRAM AMMINISTRACASA Ti libera dalle scadenze e da tutti i problemi della gestione amministrativa dei tuoi immobili!

Chiedi informazioni alla segreteria provinciale dell’APPC.

 0187 704521

L'APPC da sempre in difesa dello sviluppo civile, economico e sociale del nostro Paese 

MATTONE IN CONTINUO STATO DI “ALLERTA”

facciamo ripartire l’economia liberando il mattone da imposte e tasse!


In un periodo in cui le allerta meteo si susseguono, mi sarebbe piaciuto aprire questo intervento non parlando di allerte metaforiche, ma cogliendo nuovi segnali che aprano alla fiducia, allontanando “le tempeste”  che, ormai da troppo tempo, devastano il settore immobiliare, messo in ginocchio, anche, da crescenti ondate di tassazioni. E se non erano sufficienti le sigle delle imposte già in atto, la fantasia fervida  del Parlamento ne ha coniate di altre: Tari, Tasi ,  che hanno lo stesso compito: svuotare le tasche, o meglio, scuoterle a chi le tasche vuote le ha già: ciò è conseguenza di una situazione di continua emergenza politica e sociale che non può che destare preoccupazione, senza poter intravedere minimi spiragli di cambiamento.

Dispiace dover prendere atto che ci troviamo di fronte ad una classe politica impegnata in inutili elucubrazioni, o meglio disattenta e ripiegata su se stessa, pronta a battersi e dibattere per difendere i suoi privilegi, incapace di costruire un confronto politico che conduca a conclusioni serie e concrete per lo sviluppo del Paese, piombato nel baratro della recessione  e, permanendo la situazione, è inutile parlare di possibile ripresa, o di ripresina, o avvistare possibili “lumicini” in fondo al tunnel, pena essere tacciati come visionari.

Dispiace anche rilevare che i politici sembrano voler correre ed affannarsi al capezzale del grande ammalato “l’economia”, ma, invece di mettere in atto tutta la loro scienza e di impegnarsi nella somministrazione di cure efficaci che salvino ”il grande paziente”, tutti sono impegnati in troppo sterili confronti ideologici, litigando come “ i polli” di manzoniana memoria.

Se si prova, poi, a costruire una riforma, questa non ha il tempo di produrre effetti in quanto si procede a modificarla e ricostruirla, senza una linea di continuità. Si naviga, quindi, a vista, senza una rotta, che faccia presagire cambiamenti che illuminino l’orizzonte aprendo ad ottimismo e certezze.

Troppo spesso abbiamo denunciato che  curare l’economia con “solo tasse” non si genera sviluppo e crescita, è necessario, invece, circondare di attenzioni il settore immobiliare e ciò che gli gravita attorno: dalle infrastrutture al recupero di centri storici e periferie, alla messa in sicurezza dell’esistente e del territorio, per produrre positive inversioni di tendenza. In un momento di compressione dei consumi è quanto mai necessario puntare sul miglioramento della qualità della vita  ed il settore immobiliare offre ampi spazi.

Pensare veramente a ciò che è necessario al Paese e smettere l’uso indiscriminato dell’amo o della rete da pesca pronta a catturare il “pesce-casa”, che ormai  ha perso  in dimensioni e spessore e si è fatto tanto piccolo da non bastare più alle sempre  fameliche “casse locali e statali”, può costituire un nuovo segnale. E’ il momento di vestire i panni del giardiniere e di dotarsi di affilate cesoie che possano mettere ordine in una infruttifera vegetazione che è cresciuta a dismisura  tanto da portare con sé sprechi e disseccamenti: concludendo, è ora di produrre quei tagli e  quelle potature che rivitalizzino  l‘economia. Occorre, pertanto, cominciare con l’abbattimento della spesa pubblica:

via gli sprechi ed i privilegi della politica, via gli enti inutili, si elimini il finanziamento pubblico ai

partiti, si dimezzino numero ed emolumenti ai parlamentari, si accorpino i piccoli Comuni, si salvaguardino le province, ma si elimini il grande “ carrozzone”delle regioni. La privatizzazione di società partecipate e di servizi può contribuire al risparmio di risorse, da utilizzare per rivitalizzare il sistema.

Inutile dire che la casa tartassata, ormai disintegrata da quella  pressione fiscale, che ogni politico, prima di essere eletto, ha spergiurato di alleggerire o eliminare, ma occupata “la sua poltrona”, pur di mantenere ogni sorta di privilegi, è  stato pronto a smentirsi, ha dovuto abdicare a quel ruolo trainante che ogni economia di libero mercato le attribuisce.

Sappiano i politici,  qualsiasi sia il colore della loro bandiera, che il piccolo proprietario oggi  si aspetta, prima di tutto, una seria riforma fiscale che gli restituisca, dopo essere stato vittima di innumerevoli vessazioni, dignità ed  equità .

La stessa Legge di stabilità, purtroppo, non ha voltato pagina,  ed ha saputo sfruttare  a fondo “ i pascoli “della tassazione, innalzando di un punto percentuale  l’Iva,  appesantendo il sistema tributi e tasse, al di là di ogni logica di efficienza,  senza ricercare quelle  prospettive di sviluppo, che avrebbero potuto creare e dare spazi agli investimenti.

Al volano immobiliare, in completa stasi, occorre dare ossigeno, per ritrovare nell’immobile motivo di interesse è necessario creare fiducia.  Ma, si continuano a perdere occasioni se si accrescono  obblighi  ( basti pensare all’obbligo di allegazione di certificazione di prestazione energetica ai contratti di locazione e compravendita)  e tasse che, in forma diretta o indiretta, colpiscono il comparto immobiliare: esemplificando,  da gennaio l’imposta di registro, in misura fissa, salirà da 168 a 200 euro, ritornerà il pagamento di imposta su atti ipotecari e catastali.

Oggi, il mattone non può continuare a finanziare tutti, ma al mattone si devono attenzioni in quanto volano di sviluppo e di crescita.

E’ ora che l’esecutivo smetta di procedere a seconda delle emergenze e delle contingenze politiche,  occorre che crei quelle misure strutturali che risolvano le problematiche economiche, sociali e finanziarie del nostro Paese  e  dia al Paese risposte precise ed organizzate.

  

dott.  Flavio Maccione

segretario generale Appc





L' A.P.P.C Associazione Piccoli Proprietari Case, è una delle associazioni della proprietà immobiliare riconosciuta dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, tra le più rappresentative a livello nazionale.